Kung Fu

 

Il Kung Fu, o più precisamente Wushu, è un’arte marziale cinese plurisecolare. Per arte marziale si intende una disciplina che unisce la cura del corpo (rafforzamento muscolare, condizionamento, coordinazione…) a quella della mente (filosofia, etica, storia…); se le origini del Kung Fu sono lontane e avvolte nella leggenda, è certo che esso si sia sviluppato nel tempo in due direzioni diverse e complementari: come pratica per il benessere e conservazione della salute; come arte del combattimento, soprattutto con armi (bastone, lancia, sciabola, spada).

Nelle epoche precedenti alla diffusione delle armi da fuoco, monaci, imperatori e semplici contadini potevano contare solo sulla loro forza, unita all’abilità nel combattimento armato; non per nulla, possiamo tradurre Wushu come arte marziale, o più precisamente “arte della guerra”.

Nei secoli l’esperienza dei maestri ha portato profonde modifiche, sia tecniche che teoriche, sviluppando maggiormente questo o quell’aspetto: autodifesa, combattimento libero o sportivo, benessere del corpo, filosofia.

Per un profano, oggi, è difficile orientarsi nell’universo sempre più vasto di discipline orientaleggianti e sport da competizione, come anche nella differenziazione in diversi stili e interpretazioni, nel moltiplicarsi dei lineage e dei nomi. Questa sezione del sito cerca di fare un po’ di chiarezza sulla terminologia e sulla storia di questa complessa disciplina, di modo da fornire un primo quadro generale, per quanto riduttivo.

Nella sezione “Stili praticati” si trovano invece informazioni più dettagliate sulle differenziazioni interne al Kung Fu e, soprattutto, sulle discipline studiate in modo approfondito nella nostra Scuola.